Home Events - CAI VIE FERRATE OLIVIERI E AGLIO – Tofana di mezzo

VIE FERRATE OLIVIERI E AGLIO – Tofana di mezzo

Il punto di partenza del nostro itinerario è la Baita Piè di Tofana (1675 mt) sopra Cortina d’Ampezzo. La baita è il punto di partenza della seggiovia che sale al Rifugio Duca d’Aosta e successivamente al Rifugio Pomedes (2303 mt), Dal Rifugio seguiamo le indicazioni presenti dietro la stazione di arrivo della seggiovia che ci conducono su un ripido sentierino che guadagna rapidamente quota inizialmente salendo sui prati poi su ghiaione. Saliamo in direzione di una forcella dove si trova la targa di inizio della Ferrata Olivieri. 

Ferrata 

Saliamo una prima parete di una ventina di metri ben appigliata e arrampicabile che piega leggermente verso destra nella parte alta. Terminiamo questa parete per poi piegare verso inizialmente con tratto in leggera discesa poi con un traverso con buoni appigli per i piedi e successivamente salendo delle roccette verso destra. Proseguiamo percorrendo una comoda cengia verso sinistra. Aggiriamo uno spigolo e saliamo un balzo verticale che ci deposita su un piccolo terrazzino con stupenda vista sulla Tofana di Rozes e la sua imponente parete meridionale. Saliamo decisi su roccette prive di difficoltà e ben arrampicabili raggiungendo una forcella. Le attrezzature si interrompono e siamo su un comodo sentiero con cui attraversiamo la forcella e dritta davanti a noi appare la magnifica mole della Tofana di Mezzo. 

Attacchiamo ora uno spigolo. La buona roccia lo rende arrampicabile e offre buoni appigli per mani e piedi. Nella prima parte dello spigolo restiamo sul lato destro del filo di cresta dello spigolo guadagnando rapidamente quota. Saliamo lo spigolo incontrando un paio di punti non particolarmente larghi dove è possibile sostare fino a raggiungere un balconcino più ampio dove voltandoci abbiamo un panorama stupendo sull’Averau e il Nuvolau. Ripartiamo salendo una parete di 4 metri leggermente strapiombante con pochi appigli dove sarà necessario utilizzare il cavo. Ci troviamo nel tratto conclusivo del lungo spigolo. Siamo ora su un tratto piuttosto affilato della cresta che piega leggermente verso sinistra salendo in direzione dell’evidente pulpito sopra la nostra testa. Traversiamo verso sinistra in un passaggio non banale per poi iniziare a salire una parete dove la fune procede a zigzag cercando i lati deboli della parete per salire più agevolmente. Si procede salendo sempre in forte esposizione ma contando su roccia ben appigliata con passaggi di difficoltà media. Raggiungiamo ora un canalino in cui traversiamo verso sinistra senza particolari difficoltà. Saliamo prima in diagonale su alcune roccette poi lungo una parete ben frastagliata salendo una parete verticale piuttosto impegnativa. Aggiriamo uno spigolo e termina momentaneamente il cavo su un punto panoramico. Siamo ora oltre 2700 m di quota e sotto di noi vediamo Cortina d’Ampezzo. Iniziamo un tratto di sentiero in quota dove solo alcuni passaggi sono attrezzati. Affrontiamo un saliscendi e raggiungiamo un bivio da cui è possibile verso sinistra scendere un sentiero attrezzato per raggiungere il Rifugio Giussani. Noi teniamo la destra e proseguiamo seguendo i segnavia rossi in direzione del Dos de Tofana dove terminerà la via. Proseguiamo sul sentiero attrezzato raggiungendo una forcella dove incontriamo una placca verticale levigata da salire in aderenza. Saliamo un breve ma impegnativo diedro che risulterà angusto in un passaggio. Siamo nel tratto conclusivo della via: iniziamo una cengia che parte orizzontale per poi salire più ripida (alcune staffe presenti) fino a tornare orizzontale e lasciarci al Dos de Tofana (2850 m – 1h 30 dall’attacco – 2h dal Rifugio Pomedes) dove termina la Ferrata Olivieri.  

Raggiunto il Dos di Tofana si inizia l’itinerario della Ferrata Aglio 

Dal bivio proseguiamo nella Ferrata Aglio oramai prossima a uno dei tratti più adrenalinici della  via seguendo la scritta sulla roccia “Tofana” scendiamo di un paio di metri aggirando lo spigolo grazie anche ad un paio di pioli presenti.  Procedendo nel nostro itinerario verso un intaglio tra la parete e un torrione. Percorriamo ora un nuovo tratto di cresta dove incontriamo un tratto in discesa di sentiero e roccette fino a una insellatura sopra il Bus de Tofana (2900 m – 1h 45? dal Dos de Tofana). Proseguiamo seguendo le tracce e l’indicazione “Cima” scritta sulla roccia che ci fa perdere leggermente quota e percorrendo un lungo tratto della ferrata con sviluppo quasi orizzontale alternando cenge e brevi salti. Aggiriamo uno spigolo con una freccia che ci indica la salita da seguire su placca attrezzata con alcune staffe. Dopo un breve sentiero di collegamento ci troviamo sotto una lunga placca inclinata da risalire fino a raggiungere un camino. Il camino, di per sé molto impegnativo, lo si affronta con numerose staffe a sostegno che ne riducono il grado di difficoltà. Restiamo sul suo lato sinistro lungo la salita e ne usciamo sul lato destro in un esposto traverso orizzontale dove utilizziamo alcune staffe. Terminiamo il traverso con il cavo che prosegue salendo bruscamente in verticale. Sfruttiamo molte staffe presenti in questo passaggio aereo ed esposto ma non difficile tecnicamente. Raggiungiamo una cengia che prendiamo verso destra in direzione del più piccolo Bus de Tofana. Dal Bus di Tofana ci spostiamo sul versante opposto (orientale) in cui incontriamo due scale per r salire alla cresta. Le due scale ci lasciamo su un tratto verticale molto esposto e con parete levigata in cui alcune staffe risultano molto utili per portarci sul tratto di cresta soprastante al Bus de Tofana. Percorriamo l’ampio crinale fino a raggiungere una cengia che prosegue sul versante destro fino a svoltare a destra in salita oltrepassando alcune reti paravalanghe a cui segue una placca piuttosto appoggiata che affrontiamo seguendo le funi metalliche che salgono verso destra. Raggiungiamo una nuova parete verticale in cui due scalette metalliche ci aiutano nuovamente a guadagnare quota. Siamo ora nuovamente su un ampio crinale che percorriamo in direzione dell’evidente vetta. Non saliamo per la linea verticale in vetta, bensì restiamo sul versante destro risalendo un paio di balzi non difficili e l’ultima scaletta della via. Siamo nel tratto finale della via che è privo di attrezzature. Saliamo alcuni tornanti e dopo gli ultimi affannosi metri raggiungiamo l’ambita croce di vetta della Tofana di Mezzo (3244 m – 3h dal Dos di Tofana). 

Discesa 

Proseguiamo in discesa tenendo la destra raggiungendo il Rifugio Cima Tofana (3190 m) dove prendiamo la funivia in discesa. Scendiamo  alla seconda stazione intermedia a Col Druscè bypassando la stazione intermedia Ra Valles . Tramite sentiero 413 raggiungiamo il parcheggio della Baita Piè di Tofana (10minuti ) dove abbiamo lasciato l’auto 

  • Difficoltà: EEA = Escursionisti Esperti con Attrezzatura
  • Dislivello: 800 mt
  • Tempi di percorrenza: 6 ore
  • Pranzo - Cena: Pranzo al sacco
  • Abbigliamento: Da Alta Montagna
  • Atrezzatura: 1 Cambio, 1,5L d'acqua, Anti pioggia/vento o kway, Barrette energetiche, Casco, Crema Solare, Occhiali da Sole, Ramponcini, Scarponi, Imbrago basso, Imbrago alto (pettorale), Set da ferrata omologato , Guanti da ferrata
  • Costo impianti o Navette:

    Andata 11€ Piè Tofana-Pomedes
    Ritorno 18€ Cima Tofana - Col Drusciè

  • 00

    giorni

  • 00

    ore

  • 00

    minuti

  • 00

    secondi

Data

Lug 07 2024

Ora

05:00 - 20:00

Luogo Partenza

Parcheggio Teatro Ferrari
Via Andrea Palladio, 1, 35012 Camposampiero PD

Via Andrea Palladio, 1, 35012 Camposampiero PD

Accompagnatore

_CAI
Telefono
+39 3701506360

Villa Campello - Via Tiso da Camposampiero 12, 35012 Camposampiero PD

Accompagnatori

Adriano Scapocchin
Adriano Scapocchin
Telefono
+39 3392422974
Mario Fabbian
Telefono
+39 3403457633
Norena Peron
Telefono
+39 3339745185
  • Difficoltà: EEA = Escursionisti Esperti con Attrezzatura
  • Dislivello: 800 mt
  • Tempi di percorrenza: 6 ore
  • Pranzo - Cena: Pranzo al sacco
  • Abbigliamento: Da Alta Montagna
  • Atrezzatura: 1 Cambio, 1,5L d'acqua, Anti pioggia/vento o kway, Barrette energetiche, Casco, Crema Solare, Occhiali da Sole, Ramponcini, Scarponi, Imbrago basso, Imbrago alto (pettorale), Set da ferrata omologato , Guanti da ferrata
  • Costo impianti o Navette:

    Andata 11€ Piè Tofana-Pomedes
    Ritorno 18€ Cima Tofana - Col Drusciè

Eventi

Giugno 2024
Luglio 2024
Agosto 2024
Settembre 2024
Nessun evento trovato!
Carica altro