Data

10/03/2019

Responsabili Nevio Bressan - Oscar Ferraro - Fulvio Alessio

20190310144131 IMG

Percorso di mezza montagna estremamente panoramico.


Il paesaggio è all'ombra delle vette feltrine e precisamente ai piedi del Magheron (colle Masieron) dove è ancora possibile trovare lembi spontanei di pecceta Subalpina con presenza di Larici anche a queste quote relativamente basse.

Incontreremo esemplari plurisecolari di Aceri, Carpini, Faggi e Frassini, dei veri e propri monumenti naturali della nostra flora e come tali inseriti nell'elenco dei grandi alberi soggetti a tutela paesaggistica.

Scopriremo prati di rara bellezza: i “Paradisi” e i prati di Soladen, questi luoghi un tempo erano sfruttati per il pascolo in attesa di portare il bestiame in alpeggio.

Incontreremo lungo il nostro percorso antiche Majolere (casere) praticamente
interamente costruite in pietra locale, la bioedilizia usata dai nostri nonni.

Si tratta di un vero e proprio viaggio nel tempo. Un ritorno al passato che ci fa capire quanto era duro vivere in montagna. Una montagna comunque densamente abitata e sfruttata fin dalle epoche più antiche.

Se il tempo e le gambe ce lo permetteranno visiteremo i covoli di Lamen, abitati fin dalla preistoria e abbandonati definitivamente solo negli anni ‘50 del secolo scorso.

Percorreremo un tratto del Sentiero delle Croci, incontreremo antiche vie storiche: la Claudia Augusta Altinate strada militare romana, l’antica via Pavana o Pagana coincidenti per un tratto, la via delle chiesette pedemontane.


Relazione

di Nevio/Fulvio/Oscar
Partecipanti: 29

Piacevole escursione con tanti amici, incluse gradite "incursioni" da altre sezioni.

Il giro si è svolto regolarmente, arrivando a visitare i covoli di Lamen.

I responsabili ringraziano per la generosa partecipazione. Alla prossima!

Camposampiero, li 12/03/2019