Data

12/05/2019

Responsabili Chiara Gasparotto – Alessandro Cecchinato

logoescursionismo

Sentiero delle Creste dal Colletto Grande di Velo al monte Summano

Escursione molto bella e consigliabile, abbastanza facile per un escursionista con un minimo di preparazione.
Interessanti gli aspetti storici per le tracce di trincee dell'ultima linea di difesa italiana approntata per fermare la Strafexpedition, che si spinse fino al vicino Novegno e a Velo d'Astico. Ma i motivi principali di interesse sono naturalistici e paesaggistici.
Il Summano è, in effetti, l'ultima propaggine orientale che si stacca dalla dorsale del Pasubio a formare la catena dei monti Rione, Priaforà, Novegno e Summano. Un grande cuneo che si protende tra la piana di Schio-Thiene e la Valdastico.
Gli orizzonti che si possono godere sono davvero magnifici e la gita merita, possibilmente, una giornata molto tersa. Si potrà osservare tutta la grande pianura vicentina, tutta la catena dei Colli Vicentini fino al Carega ed al Pasubio, il bellissimo altipiano del Tretto di Schio e, verso nord, Tonezza, la Valdastico e tutto l'altipiano di Asiago fino al monte Grappa.
Il percorso escursionistico è facile e percorre quasi integralmente la cresta tra il Colletto Grande di Velo e la cima del Summano, dove è posta una grande croce in cemento con un impressionante Cristo in acciaio.
Numerosi sono i saliscendi, ma prevalentemente si dovrà salire per coprire i circa 500 metri di dislivello che si affrontano con qualche tratto ripido, roccioso e faticoso.
Seguendo integralmente il sentiero principale non vi sono particolari problemi, ma serve comunque una costante attenzione per non avvicinarsi ad alcuni punti esposti ed evitare le condizioni meteo non ottimali. Da evitare divagazioni verso postazioni isolate o torrioni rocciosi lungo tracce di sentiero che possono essere insidiose e pericolosissime.
In generale il sentiero è sempre godibilissimo e non presenta difficoltà di orientamento, basta tralasciare le varie tracce che scendono verso la strada del Summano.
Abbastanza impressionanti, in alcuni punti, sono le visioni verso nord che precipitano verso Velo d'Astico con salti di roccia.
Appena sotto la vetta si trova il Santuario della Madonna del Summano (chiesa dei Gerolimini), snodo dei sentieri che pervengono da Piovene Rocchette e Santorso (sentiero dei Girolimini).
Per la discesa si segue integralmente la strada, in parte cementata, (purtroppo un pò fastidiosa a piedi), che conduce direttamente al Colletto Grande di Velo.