Data

10/11/2019

Responsabili Chiara Gasparotto – Alessandro Cecchinato

logoescursionismo Si tratta di un bellissimo sentiero segnalato dal segnavia n. 2 che attraversa tutti i colli
centrali partendo e arrivando ai piedi di Rocca Pendice in zona Case Zuccato presso Villa
di Teolo. Il sentiero è percorribile in ogni stagione, ma è sconsigliabile percorrerlo in
estate in quanto la temperatura è eccessiva.
Per raggiungere l’inizio del sentiero, arrivati ai piedi della salita per Teolo, in
corrispondenza di un quadrivio, s'imbocca la stradina sulla destra denominata via Euganea
Villa e si prosegue per Calti Pendice sino a superare un ponticello al di là del quale si trova
l'inizio del sentiero che ci consentirà di raggiungere la palestra di roccia di Rocca Pendice,
i ruderi del Castello di Speronella, il Monte Venda, dove è possibile visitare i ruderi del
convento e dove faremo la sosta per il pranzo al sacco, Baiamonte, la zona del monte Pirio,
che non saliremo, e infine scenderemo, con giro ad anello, attraverso una zona prima
coltivata a vigneto e poi alquanto insolita, tornando così al punto di partenza.
Il sentiero, nonostante il dislivello totale che somma le varie salite e discese, non è
faticoso, gli strappi più impegnativi sono: quello che porta in vetta a Rocca Pendice, da cui
si gode di un bellissimo panorama, un secondo, quello che porta alla spalla del Venda e un
terzo, quello che porta al Monastero degli Olivetani.
L’escursione è molto appagante e molto varia sia come percorso, che possiamo definire
prettamente escursionistico con un dislivello ed una lunghezza considerevoli e un buon
impegno fisico, sia per l’attraversamento di tutti gli ambienti dei Colli, dalla faggeta al
querceto ed alla macchia mediterranea. Data la stagione troveremo il momento migliore
per cogliere tutte le sfumature dei colori dell’autunno, mentre chi vorrà percorrere il
sentiero in primavera, troverà un’abbondanza di fioriture notevole e anche l’inverno saprà
offrire delle sorprese a chi si avventura lungo il percorso.